L’intervista a “Il Geometra” e la loro lista delle 10 canzoni da non perdere a capodanno!

Come un fulmine a ciel sereno, i ragazzi de “il Geometra” ci hanno sorpreso con un bellissimo EP all’inizio di questo autunno  dal titolo la vita è un tutto sommato. Potete ascoltarlo su youtube, su spotify… o addirittura scaricarlo gratuitamente dal loro sito (http://ilgeometra.net/). Se invece volete avere maggiori informazioni sul loro tour o su di loro, un like alla pagina facebook è d’obbligo.

Freschi della terza posizione come band rivelazione per la pagina sei tutto l’indie di cui ho bisogno li abbiamo intervistati per capire com’è vivere da band emergente nella verde Umbria.

Il Geometra al completo

 

Com’è il passaggio dalla registrazione “in studio” al live?

E’ stata un’emozione incredibile! Certo, giocavamo in casa (abbiamo esordito al Supersonic Music Club di Foligno ), c’erano tante persone che ci hanno sostenuto fin da subito e quindi sapevamo che i riscontri sarebbero stati buoni (un po’ come quando la mamma ti dice che sei bello), ma è stata comunque una delle esperienze più forti legate al mondo della musica che io ricordi, una vera scarica di adrenalina.

Raccontateci la vostra prima data, cosa rifareste tornando in dietro? E’ un po’ come perdere la verginità musicale!

Si esatto, lavori in studio, fai le prove, cerchi di oliare tutti i meccanismi tendando di individuare le possibili criticità, ma è ovvio che il primo concerto con un progetto nuovo, dove canti delle cose che spesso ti riguardano in maniera personale, quasi imbarazzante, è una scarica elettrica violenta e bellissima. La linea di confine tra l’essere credibile ed il passare da pagliaccio è sottile come un capello e speri sempre di rimanerci in equilibrio. Però, come dicevo, la prima data è stata un uragano artificiale perché avevamo accanto a noi tante persone care, molto più emozionante è stato “uscire di casa” e scoprire che qualcuno si era accorto di noi, ad ogni concerto c’era almeno una persona che ci conosceva o  che canticchiava le canzoni. Questa sembra una cosa minuscola e in effetti lo è, ma per noi sembra la cosa più grossa e bella del mondo.

 

Live @ Supersonic Music Club – foto di Andrea Massaccesi

 

In poco tempo avete già raggiunto un bel numero di like, qual’è il segreto della vostra popolarità sociale?

Non è che ci sia una ricetta precisa, d’altra parte non abbiamo generato chissà quale sconvolgente riscontro ma in effetti ci siamo mossi bene. Nel 2015 tutti possono registrare le loro idee in musica, questa è una cosa stupenda ma che rischia di saturare l’offerta: nel giro di 4 anni sono cambiate talmente tante cose dal punto di vista comunicativo e recettivo che diventa davvero complicato ipotizzare come il tuo potenziale pubblico raccoglierà il  tuo messaggio. A mio parere, finché sei da solo a lottare per emergere, devi curare tutto nei minimi particolari, consapevole che nessuno al mondo potrà mai credere in ciò che fai quanto ci credi tu, se qualcuno punterà su di te, sarà perché avrà visto che ti sei mosso bene da solo, che sai stare in piedi sulle tue esili gambette storte, da qui la nostra scelta di dare il massimo, curando ogni aspetto, anche quello comunicativo, legato al mondo social. Per quanto si voglia essere snob bisogna avere chiaro che questo strumento è imprescindibile e non presenta reali costi per il musicista, perché non sfruttarlo a dovere? Attenzione, non voglio che qualcuno ci fraintenda: una tua foto mentre mangi un pezzo di pizza dopo un concerto non vale NIENTE se non produci della musica che incontra il gusto delle persone, rimane solo una foto di te che mangi la pizza, il che è abbastanza stupido in effetti.

Jacopo, oltre ad essere il frontman de “Il Geometra” è anche il protagonista di una delle novità indipendenti più divertenti degli ultimi tempi “How to play indie”. Quando farete un video su un vostro pezzo?

Ahahahah, in effetti qualcuno ha richiesto una cosa del genere. Magari realizzeremo un piccolo video da caricare sulla pagina facebook e non sul canale ufficiale di How To Play Indie perché trattandosi di un canale già di nicchia, ci sembra un po’ eccessivo dedicare un video a delle canzoni che non sono così conosciute dalle folle! Ovviamente noi ci auguriamo che lo diventino presto, in quel caso realizzeremo i tutorial di tutte le canzoni che incidiamo, è una promessa! Fateci diventare famosi!

Una scena dell’ultima puntata di “How to play Indie”

 

 Com’è il vostro rapporto con la scena indipendente italiana?E’ cambiato qualcosa da quando “siete entrati nel giro?”

Abbiamo già avuto la fortuna di entrare in contatto con persone da cui possiamo solo imparare, persone che sono nell’ambiente da molto più tempo di noi. Ti rendi conto che nella maggior parte dei casi si tratta di ragazzi semplici, che hanno ottenuto un ottimo riscontro di pubblico ma non ci pensano due volte a bere una birra con te. Questa è sicuramente una cosa bella di questo contesto, il fatto che ci sia un retroterra ideale abbastanza condiviso in cui siamo tutti sulla stessa barca, in balia delle onde. Qualcuno sa già controllare il timone, è ovvio, ma proprio per questo, nella maggior parte dei casi, cerca di non far sentire a disagio i giovani “mozzi” come noi.

Prossime date? Dove vi troveremo il prossimo anno? E avete anche nuove possibili location in trattativa?

Per ora dobbiamo ancora fare l’ultima di questa prima ondata di serate che sarà al SILOS di ancora il 23 Gennaio. Abbiamo diverse trattative in ballo ma abbiamo imparato che non è MAI il caso di parlare di date finché non diventano più che ufficiali, si rischiano solo figuracce. Da questo punto di vista siamo Trapattoniani.

Live @ Supersonic Music Club – Foto di Andrea Massaccesi

 

 I membri de “Il Geometra”, come tutti noi, si stanno preparando al capodanno… qual’è la lista delle 10 canzoni che non può mancare il 31 dicembre?

Il 31 Dicembre dall’impianto stereo deve uscire solo musica non ambiziosa, non tentate di sconvolgere il pubblico sulla pista, le persone vogliono solo divertirsi quella sera, tenete a bada il vostro ego e pompate in maniera irrazionale queste tracce cercando di provocare infarti:

10. Blue-EIFFEL 65

9. Satisfaction-BENNY BENASSI

8. Sweet Dreams-EURYTHMICS

7. Don’t stop me now-Queen

6. Troia- FASK

5. This charming man-THE SMITHS

4. Bette Davis Eyes-KIM KARNES

3. Kobra-DONATELLA RETTORE

2. Luna-GIANNI TOGNI (Da cantare tutti insieme umiliandosi )

E ovviamente, non può mancare: (rullo di tamburi)…

1. Scatman (Ski Ba Bop Ba Dop Bop)-SCATMAN JOHN

Noi del NMP, dato che i ragazzi sono tutto tranne che autoreferenzialisti, ci permettiamo di aggiungere un loro pezzo, per la limonata dura post mezzanotte.

Siamo arrivati alla fine di questo anno. Brindiamo a noi, a voi e ai ragazzi de” Il Geometra” sperando che per tutti il 2015 sia pieno di successi. Spumante alla mano, in alto i calici… e buon anno dal Nuovo Mondo Parallelo!

 

Simone Bellucci – Redazione NMP

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...