And the oscar goes to…

Samsung piazza la pubblicità dell’anno

 

Serata davanti alla TV.

Birra, patatine, pizza e una serie di schifezze.

Dopo il super bowl è il turno degli Oscar 2o14. 

No, non sono americano, abito in una sperduta cittadina italiana, dove il digitale terrestre ancora fa le bizze, quando piove forte.

Però ormai sono cittadino del mondo, dopo il super bowl mi sparerò in tempo reale l’ultima puntata della nuova serie della HBO.

Vivo ad un fuso orario diverso da quello che mi è stato assegnato dal caso.

Cittadino del mondo, faccio mio quello che prima era destinato ad un’altra cultura, quella americana.

Questo è il riassunto della giornata tipo di una buona parte delle persone che ora popolano i social network.

Eventi di cui prima guardavamo solo stringati riassunti sui Tg sono diventati il “must watch” di tutto il mondo.

Con pregi e difetti, con critiche valide e meno valide, tra chi ha visto gli Oscar il giorno prima e chi il GF il giorno dopo.

E no, non parlerò dell’ultimo film di P.S., quello che sta nei tag. Sarebbe scontato.

Come i selfie.

Indicherò invece, nelle categorie in cui posso esprimermi, chi secondo me avrebbe meritato la statuetta… e chi no!

MIGLIOR FILM:12 anni schiavo, Gravity, American Hustle, Captain Phillips, The Wolf of Wall Street, Nebraska, Dallas Buyers Club, Her e Philomena.

avrei scelto Gravity

Non sono razzista, 12 schiavo è un bel film, ma molto più scontato e lineare di quanto si voglia far credere

MIGLIOR REGIA: Alfonso Cuaron (Gravity), Steve McQueen (12 anni schiavo), David O. Russell (American Hustle), Martin Scorsese (The Wolf of Wall Street), Alexander Payne (Nebraska).

Come sopra, poi confermato, avrei scelto Gravity

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Matthew McConaughey, Chiwetel Ejiofor, Leonardo DiCaprio, Bruce Dern, Christian Bale.

Il buon Matthew ha avuto il gran merito di dimagrire incredibilmente, ma l’Oscar l’avrei dato, anche solo per il numero di volte in cui è stato nominato, a Leonardo di Caprio

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA: Cate Blanchett, Judi Dench, Sandra Bullock, Amy Adams, Meryl Streep.

Sarà che Gravity mi è piaciuto particolamente, ma per me l’unica veramente in lizza era Sandra Bullock, la cara Cate è un ottima protagonista in un film rivedibile

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Jared Leto, Michael Fassbender, Bradley Cooper, Barkhad Abdi, Jonah Hill.

Stavolta sono nuovamente d’accordo con la scelta ufficiale. L’avevo già visto in Mr. Nobody  e si intuiva la sua classe.

Senza se e senza ma, Jared Leto.

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA: Sally Hawkins, Jennifer Lawrence, Lupita Nyongo, Julia Roberts, June Squibb.

Lupita dice 3 parole in croce e in 12 anni schiavo senza mai prendermi particolarmente.  Avrò un debole per lei, ma per me la vincitrice doveva essere Jennifer Lawrence

MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA: La grande bellezza di Paolo Sorrentino, Alabama Monroe – Una storia d’amore (The Broken Circle Breakdown) di Felix Van Groeningen, Il sospetto (The Hunt) di Thomas Vinterberg, L’image manquante (The Missing Picture) di Rithy Panh, Omar di Hany Abu-Assad.

Non ho visto gli altri film quindi non mi esprimo, solo tanto orgoglio.

Articolo di Simone Bellucci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...