Caro amico ti scrivo

Oggi non è un giorno come tanti.

Oggi è il primo Marzo.

Nella stessa data, due anni fa, se ne andava un grande della musica italiana.

E allora ti scrivo, caro amico.

Posso chiamarti amico?

Forse è meglio mentore, maestro, icona.

Tu però, con la solita faccia furbetta, probabilmente preferiresti amico.

Ti ho incrociato un’unica volta. A Bologna, qualche anno fa, ad una fiera, mentre giravi con abito giapponese e due gemelli a farti compagna ai lati. Troppo piccoli per essere delle bodyguard.

Hai fatto la storia della musica italiana, tanto ancora avresti fatto, a partire dall’epoca d’oro in cui suonavi anche con Francesco, quel burbero Guccini che oggi dedicherà un goccetto anche a te, magari aprendo una bottiglia di vino diversa dal solito, come ulteriore attestato di stima.

Ti hanno dedicato un premio a San Remo.

Quel San Remo che tanti cantanti criticano, spesso dopo aver segretamente provato a fare domanda di ammissione.

Lo stesso  in cui il cantante uscito dall’ennesimo talent va per promuovere un disco con una se non nessuna canzone decente, per vivacchiare almeno per un altro anno, fino al prossimo concorso, al prossimo show, al prossimo scoop.

Ron ti ha dedicato una canzone.

Poi è andato a fare 10 interviste con i più svariati giornali di gossip.

E anche il ricordo di un grande della musica italiana è diventato un pretesto per fare volume.

E allora ti scrivo.

Cosi mi distraggo un po’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...