In ricchezza e povertà

lago-fiume-oceano-L-YAjvaG

Anche i ricchi muoiono.

Solo che le loro urla sono più acute di quelle dei poveri.

I poveri muoiono in silenzio, con rispetto, con rassegnazione.

La livellatrice arrivò cavalcando onde alte metri e metri.

Un bagno al mare che divenne fatale sia per il turista che per il semplice cittadino.

Sia per il ricco che per il povero.

L’Oceano divorò tutto in pochi istanti.

Giusto il tempo di guardare le facce sbalordite di chi era convinto che non si potesse morire in vacanza.

Il tempo di ascoltare le urla acute dei ricchi e la rassegnazione silenziosa di chi, ogni anno, muore con molte meno telecamere puntate addosso.

Dio odia il Sud Est Asiatico.

Dio odia i poveri e Dio odia i ricchi.

E non servono preghiere, per oggi basta così.

L’Oceano divorò tutto in pochi istanti.

Giusto il tempo per capire che eravamo tutti stupidamente morti sulle spiagge di Haiti.

Le nuvole baciavano l’Oceano e noi, dolorosamente, dentro di lui.

 articolo Luca Marinangeli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...