Crisi di mezza (nazionali)età

A 25 anni è presto per parlare di crisi di mezza età, bisogna raggiungere certi obiettivi per poter poi avere una crisi.

Innanzitutto è necessario avere

a) una casa

b) una famiglia

c) una monovolume

d)il fantomatico televisore citato anche in Trainspotting

E qua parte la prima considerazione… ma noi, ci arriveremo mai alla crisi di mezza età? Perché badate bene che per andare in crisi bisogna rispettare almeno 3 dei 4 punti citati poc’anzi.

Da mezza età dell’individuo comune a mezza età italiana, il passo è breve.

Italia sta attraversando la sua crisi di mezza età, tra immigrati morti italiani  e italiani nuovi emigranti, una volta di più questo paese non può far altro che ripartire dalla crisi.

Solo che questa volta la crisi sembra non finire mai.

Che poi l’italiano medio un po’ ci sguazza pure nella crisi. Può lamentarsi e dire la sua senza troppe remore, può vantarsi del boom economico degli anni 60 che probabilmente non ha mai neanche approfondito, può parlare di quando negli anni 90 soldi su soldi sembravano baciare ogni piccolo meandro dell’italico suolo.

Oppure può fare lo start-upper. 

Cioè?

Cioè può crearsi un’azienda dal nulla, con fondi privati o statali e 3 volte su 4 utilizzare la nuova definizione appena imparata per dire che lui no, non è disoccupato, è un imprenditore…. e il momento del successo è alle porte. Gli basta parlare con TIZIO, che conosce CAIO che è disposto ad investire forte.

Non figura neanche tra i disoccupati nelle statistiche, pensate un pò!

Poi, sempre 3 volte su 4, può dichiarare bancarotta, ricominciare a cercare lavoro e andare a fare il commesso nel posto che aveva rifiutato qualche anno prima, a meno soldi, ma con la consapevolezza di essere stato solo sfortunato.

Qua sguazza l’Italia patria della crisi, nella convinzione che ognuno di noi, in quanto ITALIANO, saprà sicuramente cavarsela fino a giorni migliori.

Io personalmente adoro il mondo dell’innovazione, ma sempre più mi rendo conto che sta diventando il rifugio di mammoni mal gestiti e finti nuovi re dell’High Tech.

Pensate che su WIRED addirittura c’era un articolo in cui , testualmente, c’erano 80 milioni tutti per me, grazie a gente che crede in questo paese e vuole investire forte sui giovani talenti.

Cazzo, cosa sto aspettando?

Forse che l’italiano medio capisca che per far uscire la nostra patria dalla sua personalissima crisi di mezza età, sia ora di smettersela di auto-lodarsi e cominciare a lavorare come si deve, a testa bassa.

Nel mentre, da finto nostalgico, Max Pezzali in sottofondo mi ricorda di quanto era forte, il GRANDE REAL

Articolo di Simone Bellucci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...