L’ITALIA È UNA REPUBBLICA FONDATA SULLA CRISI…

 

L’OCSE dice in questi giorni che nel consesso europeo siamo i più ignoranti, quelli che leggiamo meno, che non sappiamo far di conto, che ci barcameniamo appena in un mondo di saggi e sapienti che a stento ci tollera.

Già.

Non partiamo avvantaggiati.

Già!

Siamo una repubblica.

Una res publica, una cosa di tutti, in balia di chiunque che, alzando la voce e battendo il pugno sul tavolo, dice la sua e decide per tutti.

Dovremmo essere fondati sul lavoro che latita e i giovani ne sanno qualcosa.

Siamo, al momento, senz’altro fondati sulla crisi…

Crisi dal greco krino, giudico, una specie di ” mi fermo e valuto… penso…”.

E così giudichiamo.

Diciamo la nostra su questo tempo di follia in cui non vi sono certezze di nessun tipo.

Un tempo di pensieri e di preoccupazioni, di crisi, appunto.

Eppure le crisi rigenerano.

Danno vita a cose nuove, spazzano via le vecchie consuetudini, i vecchi abiti mentali e comportamentali dando origine al nuovo.

Cosa ci aspettiamo tutti?

Più giustizia, più equità, più tranquillità, più serenità, più felicità …

Qualcosa di più.

Ecco, forse dopo la crisi sorgerà un sole nuovo.

Certo! non può essere che così.

Sconfiggeremo il drago e libereremo gli uomini e le donne che siamo.

È sempre stato così.

Cosa ci costa pensare positivo?

 

 

Articolo di Anna Maria Folchini Stabile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...