Ciò di cui ha bisogno il mondo

holly

Le risate finte nelle sit-com americane sono ciò di cui ha bisogno il mondo.

Quell’aiutino al momento giusto. Un consiglio tipo: “si, cazzo, ridi adesso PER DIO!”

Ecco, le risate finte.

Gli Americani ne hanno sentite tante, di risate finte, negli ultimi anni tra i divani senza fondo e le loro multisale con i popcorn giganti e le bibite gasate gratis perché se vuoi morire lo puoi fare solo da grasso o da nero innocente o da nero innocente e grasso.

Gli Americani amano l’azione. Film senza dialoghi o trama. Magari con qualche italoamericano che muore a metà film. Che tanto i film intellettuali sono da comunisti e a loro i comunisti, si sa, non piacciono un granché.

Gli Americani fanno “OU!” se c’è un’esplosione durante il film.

Gli Americani sono quelli che cadono con lo skate e vengono mandati su “Paperissima”: anche qui ci sono le risate finte e anche qui il pubblico non sa se i “comici improvvisati”, dopo la caduta, siano entrati o meno in coma farmacologico.

Un film americano non ha bisogno di sceneggiature. Se è per questo, neppure di “comici improvvisati” mandati su “Paperissima”.

Un film americano ha bisogno solo di dollari.

Poi un po’ di fica.

Un po’ di muscoli.

Ancora un po’ di fica e voliamo a Hollywood.

Bombardare la Siria sarebbe un grande colossal.

Come tutti quei fantomatici bombardamenti sui paesi arabi, medio-arabi e pseudo-arabi. Che effetti speciali!

L’attacco alle torri gemelle? 4 Oscar. Il video della cattura di Saddam Hussein? 2 ori olimpici. Le armi chimiche di Assad? Un premio nobel per la pace. E c’è poco da scherzare.

Il mondo è fatto così.

L’America ama follemente terrorizzare.

Se ne fotte della critica, l’importante è stupire il pubblico.

L’America è l’America ma noi siamo l’Italia.  E al massimo ci meritiamo un film con Massimo Boldi.

Regista contemporaneo.

“Cipollino”

“The end” e risate (finte) in sala.

articolo LUCA MARINANGELI

Lo staff consiglia anche la lettura degli altri articoli settimanali di SIMONE BELLUCCI e FRANCESCO DI MARCO

Annunci

One thought on “Ciò di cui ha bisogno il mondo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...