Il coltello

i giovani maneschi

“Era un sabato qualunque passato a uccidere il futuro,

ero seduto sulla sedia in cerca di qualcosa.

Ci perdemmo nelle tasche, negli scontrini, nel denaro

in un brindisi vero, di gusto puro

brindando a una nuova scusa, che poi l’arte che benefici ci darà?

La realtà faceva da tenue sfondo

e ci nascondevamo dietro alle penne e all’anonimato

per poter rispondere a ciò che tutt’ora mi domando:

“Cosa fai davvero nella vita?” Diciamo che sto scrivendo.

Scrivendo ogni giorno appunti di viaggio su come campare, su come essere prettamente viveur.

Ogni parola sarebbe inutile.

Come inutili sono le vostre foto, le vostre sculture, la vostra ipocrisia.

L’arte è un coltello affilato che tutti possono utilizzare

e la differenza è nell’utilizzo, non nell’attrezzo:

nell’affondare il colpo o nel tagliare il pane con dolcezza.

Era un sabato qualunque passato a uccidere il futuro

usando il coltello nel modo più idoneo visto che da morto guadagnerò di più.”

lo staff consiglia il sottofondo musicale: A DUSTLAND FAIRYTALE – THE KILLERS

(poesia di LUCA MARINANGELI – lo staff consiglia anche le altre poesie: 1 – 2 3 4)

Copyright (c) 2013 – Tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parziale. Ogni abuso derivante dal plagio, dalla contraffazione, la copiatura, la distribuzione, la commercializzazione, del materiale e dei marchi brevettati, lo sfruttamento economico o pubblicitario dei contenuti del blog sarà perseguibile civilmente e penalmente.

Annunci

6 thoughts on “Il coltello”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...